ALESSANDRA NOVAGA (Nata a Latina il 2 giugno 1969)
Interessata principalmente alla nuova musica e alla sperimentazione, dopo una formazione classica avvenuta in Italia e alla Musikhochschule di Basilea dove ha studiato con Oscar Ghiglia, si muove già da qualche anno verso nuovi percorsi ridisegnando così il suo rapporto con la musica, il suono e la performance.

La sua ricerca personale la conduce sempre più all’uso della chitarra elettrica e alla collaborazione con compositori ai quali affida la creazione di partiture con lo scopo di realizzare espressamente per lei un repertorio di gesti e suoni nuovi.

Il suo campo di azione comprende anche la performance, cioè l’esecuzione di partiture testuali o grafiche che non sempre si esprimono attraverso il solo strumento.

Alessandra ha suonato in Europa e negli Stati Uniti (a New York Transient Series, Arts Incubator Project all’Ontological-Hysteric Theater, Zebulon e The Silent Barn). Ha suonato nella performance Sight Inseen con Lee Ranaldo all’interno del festival di Lecce Sound Res.

E’ la prima chitarrista in Italia a suonare l’integrale di The Book of Heads di John Zorn. Ha suonato in duo con Elliott Sharp.

Molto interessata al teatro da qualche anno opera una ricerca anche in questa direzione creando partiture musicali strettamente integrate al testo e alla recitazione. Con Phoebe Zeitgeist scrive e suona in scena le musiche per Note per un collasso mentale. Firma anche le musiche per American Blues, lavoro svolto in stretta collaborazione con Giovanni Isgrò col quale collabora anche per la musica dell'installazione Phoebe Zeitgeist è apparsa a Milano. Sempre in ambito teatrale collabora da anni con Elena Russo Arman del Teatro dell’Elfo.

 

E’ co-fondatrice del trio di musica sperimentale Hurla Janus.

 

Con lo Spring in Duo ha registrato il cd Metissage interamente dedicato a nuove musiche, e ha registrato per la Rai Radio Tre.

 

Alessandra vive e lavora a Milano.