"Duedinovembre" si ispira ad un antico e radicato rito religioso secondo cui il primo di novembre si debba prleparare un banchetto che il giorno successivo possa essere consumato in prelazione dalle anime dei propri defunti. In occasione della giornata di ricordo dei propri cari estinti, risignificando attraverso la pratica artistica il rito dell’offerta, proponiamo, in un rapporto di continuità tra cultura popolare ed arti contemporanee, un evento puntualmente allestito il primo novembre, che nella giornata successiva sia fruibile, come da tradizione, solo dai morti, nella festa a loro dedicata. La giornata di preparazione, in cui il pubblico dei vivi potrà entrare a visitare gli spazi e partecipare alla discussione, è ispirato alla tradizione dell’ofrenda, della preparazione, della relazione, della condivisione.
 
Per l’edizione del 2010 gli artisti sono stati invitati a proporre come loro personale offerta all’aldilà una semplice azione. La serata del primo di novembre, fino al sopraggiungere del giorno dedicato ai morti, sarà dedicata alla discussione di queste proposte attraverso una prova aperta e a un confronto su opere e temi con amici,  artisti, critici e quanti vorrano partecipare. Dopo la mezzanotte, invece, a porte chiuse e per il pubblico esclusivo dei cari estinti, i tre curatori eseguiranno per procura le azioni che gli sono state assegnate.
L’evento si terrà  nelle sale di Phoebe Zeitgeist Teatro di Milano in viale Monza 10 a Milano, a partire dalle ore 21. Così, come da tradizione, il primo novembre sarà dedicato alla preparazione e il due all’offerta e alla contemplazione di ciò che non può essere percepito.
 
Azioni di:
Rita Canarezza e Pierpaolo Coro, David Casini, Chiara Foletto, Paolo Gonzato, Michele Lombardelli, Ingibjörg Magnadóttir, Giancarlo Norese, Cesare Pietroiusti, Luigi Presicce, Luca Scarabelli, Daniel Spoerri, Giuseppe Isgrò - Phoebe Zeitgeist Teatro.