GLI SPETTACOLI

 

PHOEBE ZEITGEIST

 

 

GLI SPETTACOLI

 

La prima produzione di Phoebe Zeitgeist è lo spettacolo Line, il tempo di Agota Kristof, che debutta nel giugno 2008 al Teatro dell’Elfo di Milano. Dall'autunno 2008 Phoebe Zeitgeist avvia un percorso di ricerca sul teatro di Copi che si realizza nella messinscena di una trilogia di produzione: Le quattro gemelle, Loretta Strong e La Giornata di una Sognatrice.

 

 

Loretta Strong, interpretato dall'attrice palermitana Margherita Ortolani, debutta ufficialmente nel luglio 2010 al MAGA, Museo Arte Gallarate. Lo spettacolo replica nel marzo 2012 allo Spazio Tertulliano di Milano e al TGA - Teatro Garibaldi Aperto di Palermo nel dicembre del 2012 accompagnato da un importante dibattito sul progetto condotto al TGA, alla Galleria Zelle Arte Contemporanea. Loretta Strong, vero e proprio manifesto della compagnia, è poi ospitato, nella stagione 2013-2014 dal Teatro Rossi Aperto di Pisa e a Ravenna, nell’ambito di Ravenna Visio-In-Aria.

 

Nel giugno 2012 Phoebe Zeitgeist debutta con il suo nuovo spettacolo La giornata di una sognatrice di Copi al Teatro Out Off di Milano. Lo spettacolo replicherà nel febbraio 2013 al Teatro Elfo Puccini di Milano.

 

Nel dicembre 2010 Phoebe Zeitgeist presenta in anteprima il suo nuovo lavoro, Note per un collasso mentale - una partitura per voci, corpi, chitarra, live electronics e altro - liberamente ispirato all'opera La mostra delle Atrocità di J.G.Ballard. Lo spettacolo debutta ufficialmente nell'aprile del 2011 alla Fondazione Mudima di Milano all'interno del festival Ballard Milano 2011 - Icone neuroniche sulle autostrade spinali curato da Antonio Caronia, Francesca Marianna Consonni e Giuseppe Isgrò e prodotto in collaborazione con la Galleria Davide Di Maggio, Fondazione Mudima, NABA, il Moderna Museet di Stoccolma e il Forum Austriaco di Cultura.

 

Lo spettacolo è stato replicato nel marzo 2012 allo Spazio Tertulliano di Milano ed è in stagione all’Out Off nel giugno 2014. In quest'occasione lo spettacolo ispira una serie di incontri dedicati a ospiti della scena musicale elettroacustica e a studiosi di fantascienza.

 

 

Nel giugno 2011 Phoebe Zeitgeist realizza cinque performance di strada in cinque diverse piazze di Milano, per il nuovo progetto Phoebe Zeitgeist appare a Milano, ispirato all'opera di Rainer Werner Fassbinder Blut am Hals der Katze (Sangue sul collo del gatto). Il percorso avviato con le performance giunge a un suo primo compimento il 12 giugno 2012 (giorno in cui ricorrono i trent’anni dalla morte di Fassbinder), con l'inaugurazione dell'installazione alla Fondazione Mudima di Milano, in collaborazione con il Teatro dell'Elfo, il Goethe Institut e la Cineteca Italiana di Milano.

 

 

I cinque film realizzati dalle venti ore di girato che documentano le performance, vengono esposti all'interno dell'installazione La quinta del sordo (1972) dell'artista fluxus tedesco Wolf Vostell; l'installazione è abitata da alcuni interventi teatrali tratti dall'opera di Rainer Werner Fassbinder. Tra gli attori coinvolti: Ferdinando Bruni, Ida Marinelli, Elena Russo Arman, Luca Toracca, Lorenzo Fontana.

 

Inoltre il progetto Phoebe Zeitgeist appare a Milano è stato presentato all’Università Statale di Milano come lezione-performance, nell’ambito del corso di Cultura Visuale del Professore Gian Piero Piretto e presentato nel corso di Storia del Teatro Tedesco del Professore Marco Castellari.

 

 

Nella stagione 2012/2013, a giugno, Phoebe Zeitgeist debutta al teatro Spazio Tertulliano di Milano con un primo studio da I Blues di Tennessee Williams (Rather than Blues con Elena Russo Arman, Margherita Ortolani e Fabio Paroni, spettacolo che sarà riproposto nel 2014 nella stagione del Teatro Elfo Puccini di Milano, nella sezione Nuove Storie con il titolo definitivo American Blues.

 

 

Nel settembre del 2013 Phoebe Zeitgeist in una coproduzione con TGA - Teatro Garibaldi Aperto di Palermo realizza lo spettacolo Preghiera. Un atto Osceno, scritto e interpretato da Margherita Ortolani, un intenso lavoro sulla malattia e sull’ istituzionalizzazione dei fatti più gravi della nostra esistenza. Il debutto è proprio al TGA, nel settembre 2013, seguito dalle repliche a Milano all’interno della rassegna CONTAGIO _ Relazioni intercorse tra Milano e Palermo , curata da Phoebe Zeitgeist, allo Spazio Tertulliano di Milano. La rassegna è poi inclusa per intero nella stagione teatrale di Elfo Puccini nella stagione 2014/2015.

 

 

Adulto, spettacolo tratto dai testi finali di Pasolini, Bellezza e Morante, è selezionato in anteprima all'Altofest di Napoli, debutta in stagione 2014/15 al Teatro della Contraddizione di Milano e ha replicato in diversi teatri italiani per tre stagioni consecutive superando le cinquanta repliche in tutta l’Italia.

 

 

Nell'aprile del 2015 debutta al Teatro Bolognini di Pistoia lo spettacolo Kamikaze Number Five di Giuseppe Massa in coproduzione con l’Associazione Teatrale Pistoiese e il Teatro dell’Orologio di Roma.

 

 

Nel settembre del 2015 debutta in coproduzione con il Teatro Franco Parenti di Milano il primo studio di BAAL di Bertolt Brecht. Nel novembre del 2016, il lavoro torna in scena, in forma compiuta, al Teatro Franco Parenti. Lo spettacolo rientra nel progetto CANTIERI BAVARESI, condotto sui testi, sulle opere e sui documenti legati al lavoro di artisti bavaresi che hanno scritto e operato intensamente per il teatro e per una cultura dalla natura fortemente politica. Questo progetto, insieme al lavoro della compagnia sull’opera di Bertolt Brecht, viene selezionato al 15th Symposium of the International Brecht Society dal titolo Recycling Brecht, presso il St. Hugh's College di Oxford, dove Phoebe Zeitgeist presenta una performance e un paper.

 

Nel 2016/17 la compagnia produce per la prima volta due nuove drammaturgie, una affidata al drammaturgo Michelangelo Zeno dal titolo Malagrazia che debutterà a Messina a marzo 2018, l'altra dal titolo ReProduction, scritta da Francesca Marianna Consonni e Giuseppe Isgrò ha debuttato al Teatro della Contraddizione di Milano a ottobre 2017 e sarà in stagione al Teatro Elfo Puccini nel 2019.

 

Nell'aprile del 2018 partecipa ad AltoFest per l'edizione speciale di Malta - Valletta Capitale Europea della Cultura 2018 con un nuovissimo progetto, ideato e interpretato da Francesca Frigoli, dedicato a un pubblico di non soli adulti. dedicato alla favola di Colapesce, dal titolo Cola degli Abissi. Il progetto avrà quindi il suo debutto a Malta, in lingua inglese, col titolo di Nick of the Abyss tornerà in Italia, a Milano, nel 2019.

 

Phoebe Zeitgeist cura dal 2012 la mini rivista BLUT, diretta da Francesca Frigoli, foglio dedicato alle arti contemporanee e alle suggestioni che da esse approdano al quotidiano.